Passa ai contenuti principali

23 Luglio 2014

di Gianbattista Tagliani Scoop.it

E' trascorso ormai un anno da quando è stata annunciata al mondo la nascita del Royal Baby George. Un anno decisamente denso di neo natalità  Proprio l'altro ieri, in occasione del primo Royal Birthday è uscito in contemporanea in tutte le sale cinematografiche del mondo il nuovo 007 che dopo aver visto la Regina Elisabetta protagonista oggi ospita il primo cameo del piccolo George nel ruolo del super bimbo sequestrato dal cattivo di turno e salvato poi dall'intramontabile Bond. Qualche anno fa la britannica Rolls Royce/Bentley battezzò il modello coupè della mitica quattro porte la Baby Rolls. Oggi l'altra casa automobilistica puro sangue UK, l'Aston Martin, con un'abile operazione di "product placement" ha presentato la Vantage RB (Royal Baby appunto), versione in serie limitatissima, per genitori single, che al posto del sedile del passeggero ospita una "culla sportivissima". I piu maliziosi vociferano che Francesca Pascale, la fidanzata di Silvio Berlusconi sia stata tra le prime ad ordinarla. D'altronde è da quasi sei mesi che in Italia non si fa che parlare del Bebè delle Libertà annunciato dal maturo papà al principe William in occasione del messaggio di auguri per la nascita di RB George. In quell'occasione Berlusconi si sarebbe anche offerto come complice dispensatore di consigli vista la lunga militanza in veste di padre. "D'altronde rinasce Forza Italia mentre nasce il mio erede", avrebbe confidato ad un amico, "vuoi che non sia un segno da predestinato?", avrebbe poi concluso. 
Ma come già detto in apertura i neonati ed i piccoli in generale sono stati i gran mattatori delle news mondiali. Twitter ha comunicato la classifica dei top hashtag del 2013. 1. #royalbaby, 2.#baby, 3. #globalbaby 4.#bebèdellelibertà, 5.#erpupone. 
Vodafone big spender dell'adv mondiale, durante l'autunno/inverno 2013/2014 c'ha investito col nuovo nuovo tormentone sulle "baby tariffe" che per l'occasione hanno visto protagonisti del spot i baby Christian e Chanel figli del Pupo più famoso del mondo, Francesco Totti.
L'ex campione del mondo brasiliano di calcio a USA 94 e oggi politico, Bebeto, ha convocato una conferenza stampa per annunciare che il figlio, Mattheus Oliveira, campione in erba, chiamato così in onore del tedesco Lothar Mattheus, cambia nome in Babynho in onore di George. Le manifestazioni anti omofobe dell'autunno europeo sono state accompagnate dallo slogan "Royal Baby per tutti, siamo tutti Royal Baby". 
E allora per celebrare il primo Royal Birthday un augurio speciale anche da The Ghyan


Commenti

Post popolari in questo blog

Esibizionismo coatto

6 Agosto 2014
di Gianbattista Tagliani @gian2910
Sara' il clima, sara' la crisi, ma ormai in Europa e nel mondo, il morbo si diffonde sempre più. Non l'Ebola. L'Esibizionismo coatto. Coatto nel senso di imposto, forzato. Gli infetti si riconoscono da sintomi ben riconoscibili. Maschi, tra i 30 e 60 anni d'età, ricoprenti incarichi di prestigio, pubblici o privati che siano. Il loro comportamento apparentemente "normale" si caratterizza per un'ossessiva ricerca del consenso estrinsecata dall'uso compulsivo di strumenti e/o professionisti specializzati nella rilevazione del "sentiment" (termine freddo ed onnicomprensivo), italicamente tradotto con "piacimento" (più' elegante e consolatorio alla bisogna). L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha segnalato due focolai che destano preoccupazione. Il primo a Westminster, Londra (UK). Mentre si svolgeva il question time in aula, il Sottosegretario agli Esteri Inglese, con delega a…

Ius delirandi

21 Luglio 2014
di Gianbattista Tagliani @gian2910
La seconda metà del Luglio 2014 sarà senza dubbio ricordata per infinite motivazioni, individuali o collettive tra cui c'è la delirante empasse della categoria dei giudici di tutto il mondo(generalizzo geograficamente quanto tematicamente).
Cito solamente, per ovvie ragioni (annoiare consapevolmente chi dovesse leggere queste riflessioni sarebbe quanto meno difficile da spiegare), lo spettacolare quanto inatteso ribaltamento della sentenza di primo grado che ha sancito l'innocenza dell'ex premier Silvio Berlusconi nel processo relativo alla vicenda "Ruby". 
Rifletterei piuttosto su altre due sentenze rimbalzate sui media, una il 16 e l'altra il 20 Luglio.
La sentenza pronunciata il 16 Luglio scorso è stata emessa dal tribunale di Bordeaux (FRA) ed ha condannato Caroline Doudet, popolare blogger critica gastronomica alla correzione del titolo di un suo post ed al pagamento di €1.500 in favore della titolare del rist…

In "media" stat... nihil

6 Agosto 2014
di Gianbattista Tagliani @gian2910

La stagione televisiva 2014/2015 potrebbe esser ricordata come la stagione del tracollo dell'informazione.
Tracollo potrebbe suonare addirittura apocalittico ma non inverosimile.
L'italia è una nazione con 60 milioni di abitanti il cui giornale più diffuso tira meno di 500 mila copie e il notiziario più visto fa registrare una media di 5 milioni di spettatori.
In altre parole le fonti informative istituzionali si parlano a meno del 10% della popolazione, per quanto riguarda i TG ed a meno dell'1% per quanto riguarda la stampa in edicola.
Questi numeri certamente non collocano l'Italia nei primi posti della classifica dei paesi che attraggono investitori nell'editoria.
Non di meno va considerato lo straordinario numero di testate esistenti, in parte giustificato dall'incredibile numero di studenti di Scienze della Comunicazione o scuole di giornalismo ma soprattutto riscontro di una delle principali caratteristiche dell&…